taliglucerase alfa

Biosintetica (origine DNA ricombinante) sotto forma di β-glucocerebrosidasi umano (glucosylceramidase). 1 3 4

La terapia enzimatica sostitutiva a lungo termine nei pazienti con nonneuropathic (tipo 1) La malattia di Gaucher 1 5 9 (designato farmaco orfano dalla FDA per questo uso). 2 8

Preparare e somministrare sotto la supervisione di un medico. 1

Disponibile solo attraverso il programma di Gaucher di sostegno personale (GPS). 10 Chiamata 855-353-5976 o per informazioni specifiche. 10

Per informazioni sulla compatibilità soluzione, vedere Compatibilità sotto di stabilità.

Somministrare per infusione IV. 1

Somministrare utilizzando una linea, a basso legame con le proteine ​​filtro da 0,2-MCM. 1

Non contiene conservanti; utilizzare immediatamente dopo la preparazione. 1 (Vedi bagagli sotto Stabilità.) Gettare porzioni non utilizzate. 1

Ricostituire usando una corretta tecnica asettica. 1

Determinare il numero di flaconcini da ricostituire in base al peso del paziente e la dose di 60 unità / kg raccomandata, utilizzando le seguenti equazioni 1

Dose totale (in unità) = paziente di peso (kg) x 60 unità / kg

Numero totale di fiale (arrotondato al numero intero flacone) = Dose totale (in unità) ÷ 200 unità / fiala

Rimuovere numero di fiale da frigorifero; non lasciare flaconi a temperatura ambiente per> 24 ore prima della ricostituzione e non riscaldare flaconi (ad esempio, in un forno a microonde). 1

Ricostituire ciascuna fiala contenente 200 unità di taliglucerase alfa con 5,1 mL di acqua sterile per iniezione per fornire una soluzione contenente 40 unità / mL. 1 Mescolare delicatamente; Non agitare i flaconcini. 1

Prelevare 5 mL di soluzione ricostituita da ogni flaconcino e soluzione diluita pool farmaco con 0,9% cloruro di sodio per dare un volume finale di 100-200 mL. 1 Mescolare delicatamente; non agitare. 1 flocculazione Leggera (descritto come fibre traslucide) si verifica di tanto in tanto dopo la diluizione. 1

Somministrare più di 1-2 ore. 1 Infondere a velocità iniziale di 1,3 ml / minuto. 1 Una volta che la tollerabilità del paziente alla velocità di infusione iniziale viene stabilita, è possibile aumentare la velocità di infusione di 2,3 ml / minuto. 1 Somministrare volume totale in un periodo di ≥1 ora. 1

60 unità / kg ogni 2 settimane. 1

Regolare il dosaggio in base a raggiungimento e il mantenimento degli obiettivi terapeutici del paziente; dosaggi di 11-73 unità / kg ogni due settimane sono stati valutati in studi clinici. 1

I pazienti trattati con imiglucerasi possono essere commutati a taliglucerase alfa allo stesso dosaggio. 1

Non sono richieste particolari raccomandazioni sul dosaggio della popolazione in questo momento. 1

Controindicazioni note. 1

Anafilassi ha riferito. 1

In caso di anafilassi, interrompere l’alfa taliglucerase immediatamente e iniziare la terapia appropriata. 1

Usare con cautela in pazienti che hanno manifestato anafilassi durante l’infusione di taliglucerase alfa; supporto medico appropriato deve essere prontamente disponibile. 1

Reazioni all’infusione (incluse reazioni allergiche), che si verificano entro 24 ore l’infusione, ha riferito; generalmente lievi e non hanno richiesto il trattamento. 1 manifestazioni più comuni sono stati: cefalea, dolore o fastidio al petto, astenia, affaticamento, orticaria, eritema, aumento della BP, mal di schiena, artralgia, e vampate di calore. 1 angioedema, dispnea, dispnea, tosse, cianosi e ipotensione anche segnalati. 1

A seconda del tipo e della gravità, gestire reazioni rallentando la velocità di infusione, fornendo un adeguato trattamento medico (ad esempio, antistaminici, antipiretici e / o corticosteroidi), e / o interrompere e poi riprendere il trattamento a una velocità di infusione lenta. 1

Premedicazione con antistaminici e / o corticosteroidi può prevenire successive reazioni nei pazienti che hanno avuto reazioni da infusione richiedono un trattamento. 1

In caso di gravi reazioni allergiche, rivalutare attentamente la terapia. 1

Lo sviluppo di anticorpi IgG anti taliglucerase alfa ha riferito. 1 7 Effetto sulla efficacia e la sicurezza di taliglucerase alfa poco chiaro; effetto sul rischio di reazioni non nota. 1

Monitorare la presenza di anticorpi antitaliglucerase alfa nei pazienti che sviluppano infusione o reazioni immunitarie a taliglucerase alfa. 1 monitorare anche per gli anticorpi nei pazienti con una reazione immunitaria ad altre terapie di sostituzione degli enzimi che sono passati a taliglucerase alfa. 1

Categoria B. 1

Non è noto se taliglucerase alfa si distribuisce nel latte. 1 Usare con cautela. 1

La sicurezza e l’efficacia non stabilite nei pazienti pediatrici. 1 di reazione avversa grave (gastroenterite) ha riportato in un 8-year-old paziente. 1

esperienza insufficiente nel ≥ 65 pazienti anni di età per determinare se i pazienti geriatrici rispondono in modo diverso rispetto agli adulti più giovani. 1

Reazioni all’infusione, infezioni delle vie respiratorie superiori o nasofaringite, faringite o della gola infezione, mal di testa, artralgia, influenza, infezione delle vie urinarie o pielonefrite, mal di schiena, dolore alle estremità. 1

studi di interazione formali non eseguiti fino ad oggi. 8

farmacocinetica non lineare; maggiore di aumento proporzionale alla dose di esposizione osservati a dosi studiate. 1

Nessun accumulo sostanziale o cambiamento nella farmacocinetica seguito a somministrazioni ripetute. 1

Non attraversare barriera emato-encefalica. 4

Non è noto se taliglucerase alfa distribuisce nel latte. 1

I pochi dati disponibili indicano differenze farmacocinetiche sostanziali tra pazienti maschi e femmine. 1

19-29 minuti. 1

2-8 ° C. Proteggere dalla luce. 1

Dopo la ricostituzione o diluizione, 2-8 ° C fino a 24 ore. 1 Proteggere dalla luce; non congelare. 1

Per informazioni sulle interazioni sistemici derivanti dall’uso concomitante, vedere le interazioni.

Compatibile

Cloruro di sodio 0,9%

Sostituisce l’enzima carente endogena (β-glucocerebrosidasi, glucosylceramidase) nei pazienti con malattia di Gaucher. 1 3 4

La terapia enzimatica sostitutiva per la malattia di tipo 1 di Gaucher aumenta il degrado di glucosilceramide (glucocerebroside) nei macrofagi catalizzando l’idrolisi del glucocerebroside in glucosio e ceramide, con conseguente riduzione nel fegato e nella milza dimensioni, miglioramento di anemia e trombocitopenia, e una maggiore rimineralizzazione delle ossa. 1 3 6 7 8

L’importanza di informare i pazienti che taliglucerase alfa viene somministrato sotto la supervisione di un medico per infusione endovenosa (più di 1-2 ore) ogni due settimane. 1

Rischio di gravi reazioni allergiche o infusione. 1

Importanza di informare i medici di terapia esistente o prevista in concomitanza, tra cui la prescrizione e farmaci da banco e integratori a base di erbe, nonché eventuali malattie concomitanti. 1

L’importanza delle donne informando i medici se sono o sta pianificando una gravidanza o intenzione di allattare. 1

Importanza di informare i pazienti di altre importanti informazioni di precauzione. 1 (Vedi Avvertenze).

Eccipienti in preparati farmaci disponibili in commercio possono avere effetti clinicamente importanti in alcuni individui; consultare l’etichettatura dei prodotti specifici per i dettagli.

Si prega di fare riferimento alla ASHP scarsità della droga Resource Center per informazioni sulla carenza di uno o più di questi preparati.

La distribuzione è limitato. 10 (Vedi sotto Generale Dosaggio e somministrazione).

Itinerari

Forme di dosaggio

Punti di forza

Marchi

fabbricante

Parenterale

Per l’iniezione, per infusione IV

200 unità

Elelyso

Pfizer

AHFS DI Essentials. , Revisioni 23 aprile 2013 selezionati.

1. Pfizer Labs. Elelyso (taliglucerase alfa) per l’iniezione, per uso endovenoso informazioni prescrittive. New York, NY; 2012 Maggio.

2. Food and Drug Administration. FDA Applicazione: Ricerca Orphan Drug denominazioni e approvazioni. Rockville, MD. Dal sito della FDA (http://accessdata.fda.gov/scripts/opdlisting/oopd/index.cfm). Accessed 2012 14 settembre

3. Cox TM. La malattia di Gaucher: profilo clinico e gli sviluppi terapeutici. Biologics. 2010; 4: 299-313. [PubMed 21209725]

4. Hollak CE. Una revisione basata sulle evidenze dei benefici potenziali di taliglucerase alfa nel trattamento di pazienti affetti da malattia di Gaucher. Evid Nucleo. 2012; 7: 15-20. [PubMed 22654679]

5. Elstein D. I recenti progressi nel trattamento approcci alla malattia di Gaucher. Curr Pharm Biotechnol. 2011; 12: 854-60. [PubMed 21235447]

6. Genzyme Corporation. Cerezyme (imiglucerasi) per l’iniezione informazioni prescrittive. Cambridge, MA; non datato (accessibile 17 gennaio 2013).

7. Zimran A, Brill-Almon E, Chertkoff R et al. studio registrativo con impianto di cellule-glucocerebrosidasi ricombinante espresso, taliglucerase alfa, una terapia di sostituzione enzimatica romanzo per la malattia di Gaucher. Sangue. 2011; 118: 5767-73. [PubMed 21900191]

8. US Food and Drug Administration. Center for Drug Evaluation and Research. Numero della domanda: 022458Orig1s000: riepilogo. Dal sito della FDA. 2012 1 ° maggio.

9. Anon. In breve: Taliglucerase (Elelyso) per la malattia di Gaucher. Med Lett Drugs Ther. 2012; 54:56.

10. Pfizer. Supporto Personal Gaucher (GPS). Dal sito.