studio theernment offre nuova spiegazione di ciò che rende un allergene un allergene

sfondo

Risultati dello studio

Utilizzando bioinformatica ai database allergeni mine e studi epidemiologici, investigatori a theernment hanno scoperto nuove informazioni su ciò che rende le persone allergiche agli allergeni. La squadra theernment ha scoperto che le differenze tra la struttura delle proteine ​​estranee e la struttura di auto-proteine ​​prodotte quelli stranieri allergenici. I risultati del loro lavoro appaiono in linea nel 18 ° numero di luglio di PLoS ONE.

malattie allergiche, come l’asma, allergie alimentari e allergie stagionali, colpiscono milioni di persone negli Stati Uniti e sembrano essere in aumento. Gli allergeni, le sostanze che causano le reazioni allergiche, possono provenire da una varietà di fonti, compresi gli alimenti, erbe ed erbacce, animali domestici, e parassiti. Alcune proteine ​​trovate in sostanze che causano allergia interagiscono con il sistema immunitario per indurre una risposta; tuttavia, ciò che rende queste proteine ​​allergeniche è sconosciuta.

Importanza

Una ipotesi popolare è che l’una proteina ambientale più simile è quello di una proteina presente nel microbi o persone, più è probabile che sarà allergenici. Con questa logica, le persone hanno allergie ai peli di animali domestici in quanto la struttura genetica delle proteine ​​animali da compagnia è simile alla struttura genetica delle proteine ​​che si trovano nelle persone.

Prossimi passi

Il team guidato da theernment borsista postdottorato Helton Santiago, MD, Ph.D., e Thomas Nutman, MD, capo dei Helminth Immunology Parassitologia Clinica sezioni del Laboratorio di Malattie parassitarie, di cui per dimostrare questa ipotesi, ma ha trovato qualcosa di molto diverso .

Il team ha cercato un database di 499 allergeni noti per trovare somiglianze tra i geni di allergeni e dei geni di vermi parassiti e protozoi, batteri e funghi. Essi hanno scoperto che 312 allergeni erano significativamente simili a geni presenti nei vermi, protozoi, o funghi, e che 180 di questi allergeni sono stati simili tra tutti e tre i gruppi di microbi.

Riferimento

I ricercatori hanno quindi esaminato i dati provenienti da studi epidemiologici di allergie nelle persone per determinare quanto fortemente ogni allergene suscitato produzione di immunoglobuline E (IgE), il principale anticorpo coinvolti nelle reazioni allergiche. Essi hanno scoperto che in generale gli allergeni che sono strutturalmente dissimili da microbi indotte più IgE di allergeni con strutture simili a microbi.

Successivamente, il gruppo confrontato i geni delle allergeni al genoma umano. Essi sono giunti alla stessa conclusione: le principali allergeni che hanno indotto una forte risposta IgE nella popolazione, come ad esempio i principali allergeni degli acari della polvere, avevano relativamente basso somiglianza strutturale di proteine ​​umane.

Questi risultati suggeriscono che le differenze nella struttura tra una proteina estranea e la sua controparte umana di determinare se sia o non è allergenico. Come antigeni (molecole trovate su microbi patogeni che provocano una risposta immunitaria), più un allergene differisce dallo schema auto-proteine, più allergenico è. Potenzialmente, allergeni noti potrebbero essere modificati per renderli strutturalmente diversa e poi utilizzati nelle terapie per il trattamento di malattie allergiche, ma molto di più la ricerca deve essere fatto.

Il passo successivo di questo lavoro è quello di dimostrare prima i risultati in modelli animali di allergia e poi per confermare questi risultati in studi in persone con allergie.

Santiago H, Bennuru S, Ribeiro JMCR, Nutman TB. Le differenze strutturali tra le proteine ​​umane e allergeni aero- e microbiche definiscono allergenicità. PLoS ONE. 18 luglio 2012 (in linea davanti alla stampa).

Laboratorio del Dr. Nutman