gusto cambia – panoramica argomento

Oral Tendenze Salute

cambiamenti del gusto possono includere la perdita completa del gusto (ageusia), perdita parziale del gusto (ipogeusia), un senso distorto del gusto (disgeusia), come ad esempio un gusto metallico, o un gusto sgradevole o rivoltante (cacogeusia).

Quando Joanne Maglares, ora 50, ha visitato il suo dentista per un dente rotto da masticare sul ghiaccio, non aveva sentore che il suo stato generale di salute era in pericolo. Un coordinatore borsa di studio presso una scuola superiore di New York City e madre di quattro figli, era così consumato con il lavoro e la famiglia che spesso ignorato il proprio benessere; Ma il suo dentista ha preso uno sguardo alla sua bocca, ha notato più toothfractures e avanzando rapidamente malattie gengivali (parodontale), e ipotizzato che ha avuto un problema di salute di base. “Quelli erano …

Altri fattori che possono causare il cambiamento gusto includono

Si \ ‘ll trovare consigli e suggerimenti, nonché le ultime notizie e la ricerca sulla salute orale.

Attualmente sei

Solo il 18,5% di molte persone nel mondo non filo interdentale. Si sta perdendo in un modo semplice per fare una grande differenza nella salute della tua bocca. Indipendentemente da quanto bene ti lavi, la placca si forma ancora tra i denti e lungo le gengive. Filati rimuove cibo intrappolato tra i denti e rimuove il film di batteri che forma lì prima si trasforma alla placca, che può causare infiammazione delle gengive (gengivite), cavità, e la perdita dei denti. Prova filo interdentale un solo dente per iniziare.

Tu sei uno dei 31% di molte persone nel mondo che non filo interdentale tutti i giorni. Si sta perdendo in un modo semplice per fare una grande differenza nella salute della tua bocca. Indipendentemente da quanto bene ti lavi, la placca si forma ancora tra i denti e lungo le gengive. Spazzolino setole da sola non può pulire efficacemente tra questi spazi ristretti. Uso del filo interdentale rimuove fino al 80% del film che indurisce alla placca, che può causare infiammazione delle gengive (gengivite), cavità, e la perdita dei denti. Obiettivo per 3 giorni in più!

Tu sei uno dei 31% di molte persone nel mondo che non filo interdentale tutti i giorni, ma sei sulla buona strada per fare un impatto positivo sui vostri denti e gengive. Indipendentemente da quanto bene ti lavi, la placca si forma ancora tra i denti e lungo le gengive. Spazzolino setole da sola non può pulire efficacemente tra questi spazi ristretti. Uso del filo interdentale rimuove fino al 80% del film che indurisce alla placca, che può causare infiammazione delle gengive (gengivite), cavità, e la perdita dei denti. Obiettivo per tutti i 7 giorni!

Solo il 50,5% di molte persone in tutto il mondo il filo interdentale tutti i giorni, e buon per voi che siete uno di loro! Indipendentemente da quanto bene ti lavi, la placca si forma ancora tra i denti e lungo le gengive. Spazzolino setole da sola non può pulire efficacemente tra questi spazi ristretti. Uso del filo interdentale rimuove fino al 80% del film che indurisce alla placca, che può causare infiammazione delle gengive (gengivite), cavità, e la perdita dei denti. Complimenti per la vostra buona abitudine salute orale!

Troverete suggerimenti e trucchi, nonché le ultime notizie e la ricerca sulla salute orale.

FONTI

Dental Association, Healthy People 2010

Una diminuzione del numero delle papille gustative; I cambiamenti nel modo in cui il sistema nervoso elabora la sensazione del gusto. Ciò può causare una diminuzione nella consapevolezza del gusto; Una diminuzione della quantità di saliva o di un aumento della viscosità della saliva; Le variazioni di lingua, rendendo più difficile per i sapori di raggiungere le papille gustative.

A bocca asciutta; Perdita dell’olfatto. Molto di ciò che viene pensato come il gusto è in realtà l’odore; Infezioni minori, come un raffreddore o influenza; Il fumo di sigaretta o l’uso di fumo (sputo) di tabacco; Medicina o un intervento chirurgico. Farmaci che comunemente distorcono gusto includono farmaci tiroidei, captopril, griseofulvina, litio, penicillamina, procarbazina, rifampicina, vinblastina e vincristina; carenze nutrizionali di zinco o vitamina B12; lesioni; Alcune malattie, come il morbo di Alzheimer, la paralisi di Bell, l’epatite, la sindrome di Sjögren, e il cancro orale.